Alinari Storia D'Italia
Università IULM Fratelli Alinari Università degli studi di Milano con il contributo di
Fondazione Cariplo

Precedente
  • Mensa degli stabilimenti Buitoni: le operaie addette alla lavorazione della pasta durante il pranzo

    Mensa degli stabilimenti Buitoni: le operaie addette alla lavorazione della pasta durante il pranzo

  • Folto gruppo di persone, in eleganti abiti da giorno, ritratti a tavola durante un pranzo all'Hotel Italia, a Firenze

    Folto gruppo di persone, in eleganti abiti da giorno, ritratti a tavola durante un pranzo all'Hotel Italia, a Firenze

  • Uomini e donne che mangiano seduti ai tavoli dell'Osteria Moderna, nei dintorni di Roma.

    Uomini e donne che mangiano seduti ai tavoli dell'Osteria Moderna, nei dintorni di Roma.

  • Macchina per gelati della ditta Carpigiani

    Macchina per gelati della ditta Carpigiani

  • Il mercato delle erbe, a Campo de'Fiori, a Roma. Si vedono le ceste colme di erbe ed alcuni ombrelloni per riparare i banchi.

    Il mercato delle erbe, a Campo de'Fiori, a Roma. Si vedono le ceste colme di erbe ed alcuni ombrelloni per riparare i banchi.

  • Scorcio di una strada di Potenza con alcune bancarelle che vendono prodotti ortofrutticoli

    Scorcio di una strada di Potenza con alcune bancarelle che vendono prodotti ortofrutticoli

  • Alcune scope di vari colori appoggiate su sedie da esterno in legno e tessuto di tela a strisce colorate. Sullo sfondo sono visibili i banchi di un mercato ambulante.

    Alcune scope di vari colori appoggiate su sedie da esterno in legno e tessuto di tela a strisce colorate. Sullo sfondo sono visibili i banchi di un mercato ambulante.

  • "Alla fiera degli Obei-Obei", Milano

    "Alla fiera degli Obei-Obei", Milano

  • Veduta di una polleria. Dietro al banco il macellaio

    Veduta di una polleria. Dietro al banco il macellaio

  • Acquirenti nel reparto ortofrutticolo di un supermercato.

    Acquirenti nel reparto ortofrutticolo di un supermercato.

  • Proprietari e clienti del caffè 'Bottiglieria Vairo' di Torino, posano seduti all'ingresso e davanti alla finestra mostrando bottiglie e bicchieri

    Proprietari e clienti del caffè 'Bottiglieria Vairo' di Torino, posano seduti all'ingresso e davanti alla finestra mostrando bottiglie e bicchieri

  • Inaugurazione del supermercato Standa a Perugia

    Inaugurazione del supermercato Standa a Perugia

  • Mareggiata al Castel dell'Ovo: ritratto di giovani donne

    Mareggiata al Castel dell'Ovo: ritratto di giovani donne

  • Pubblicità della Replo, Mestre

    Pubblicità della Replo, Mestre

  • Tre cappellini anni '30

    Tre cappellini anni '30

  • Lo stilista italiano Valentino (Valentino Clemente Ludovico Garavani)

    Lo stilista italiano Valentino (Valentino Clemente Ludovico Garavani)

  • Danze sul prato

    Danze sul prato

  • Una giovane donna, circondata da alcuni musicisti, balla su una spiaggia del Lido di Venezia

    Una giovane donna, circondata da alcuni musicisti, balla su una spiaggia del Lido di Venezia

  • Gruppo di persone in bicicletta lungo il Viale delle Cascine a Firenze

    Gruppo di persone in bicicletta lungo il Viale delle Cascine a Firenze

  • L'immagine mostra una sala giochi: due ragazze sedute intorno al tavolo giocano a dama, quattro giovani donne giocano a ping-pong, mentre altre osservano intorno a loro.

    L'immagine mostra una sala giochi: due ragazze sedute intorno al tavolo giocano a dama, quattro giovani donne giocano a ping-pong, mentre altre osservano intorno a loro.

Successivo

Consumi, stili di vita

“Questa gente mangiava molto più bene delle nostre abitudini, che noi mangiavamo pane e pomodoro o pane e catalogna. Invece qui il mangiare era tutto differente perché quello che là lo mangiavamo una volta all'anno qua lo mangiavano tutti i giorni”. Così nel suo italiano zoppicante un lavoratore immigrato a Milano alla fine degli anni Cinquanta del secolo scorso rimarcava il diverso regime alimentare tra un Nord ormai industriale e un Sud ancora prevalentemente rurale. È la fotografia di un'Italia ormai lontana, dimenticata, eppure fino a non molti decenni fa reale e ampiamente diffusa non solo nel Mezzogiorno. Un'Italia dalla dieta povera, che assorbiva tuttavia gran parte del magro bilancio delle famiglie popolari. Come codificato in una celebre legge da Engel, statistico ed economista tedesco vissuto tra il 1821 e il 1896, la spesa alimentare in proporzione è tanto più elevata quanto più basso è il reddito della popolazione. Nel corso del tempo, in relazione al graduale crescere del reddito pro capite anche la griglia dei consumi degli italiani si è allargata e accanto a quelli essenziali (vitto, vestiario, alloggio) si è registrato a un progressivo ampliamento delle spese voluttuarie. Cambiano i consumi e le abitudini, ma cambiano anche l'organizzazione e i luoghi del commercio. Così il commercio ambulante un tempo protagonista degli scambi minuti, come documentano molte fotografie delle città italiane tra Otto e Novecento, viene progressivamente marginalizzato. Accanto ai mercati all'aperto e a botteghe e negozi, nascono e si diffondono nuovi grandi apparati al servizio delle merci e del consumatore. I prototipi nell'Ottocento furono i 'passages' parigini e primi i grandi magazzini nel centro delle città; oggi sono soprattutto super e ipermercati, catene specializzate e grandi centri commerciali disposti ai margini dell'abitato e lungo le arterie di maggior traffico a rappresentare i nuovi templi del consumo. Al centro di questa trasformazione c'è quella che è stata definita la “merce regina”: l'automobile, che con la mobilità individuale ha reso possibili cambiamenti in tutti i settori dei consumi. A mano a mano che il consumo non è più rivolto soltanto a soddisfare i bisogni essenziali, esso appare sempre più associato al piacere, alla cultura, al divertimento e a nuove forme di socialità. I balli all'aperto, nelle aie e nelle piazze - immagine di un'Italia povera -, sono oggi sostituiti da discoteche e grandi raduni rock, così come ai tradizionali bar, dove giovani e anziani rigorosamente maschi andavano a giocare a carte e discutere, si sono affiancati pub, wine bar e locali dove ogni sera si ripete il rito dell'happy hour. Luoghi fisici di incontro tra persone sempre più immerse in esperienze di contatti e scambi virtuali nella rete dei 'social network'.

Approfondimenti

  • Alimentazione

    Oggi è di moda parlare di “distretti del gusto” ravvisando nello stretto rapporto fra territorio, produzioni agroalimentari di qualità, cucina e servizi di ristorazione uno dei ... >>

  • Mercati e botteghe

    Anche oggi, in tempi di crescente diffusione dell'e-commerce, non vi è città o paese le cui piazze e strade non vengano invase dai banchi del mercato, rinnovando uno spettacolo ... >>

  • Grandi magazzini

    Si deve a un francese, Aristide Boucicaut (1810–1877), la realizzazione di quello che viene considerato il primo esempio al mondo di grande magazzino in senso proprio. Allestito... >>

  • Abbigliamento e moda

    Come tutte le cose anche le parole hanno una storia e spesso il variare e l'arricchirsi dei significati riflettono l'evoluzione degli usi e della società. Così è per il termine ... >>

  • Divertimento

    Oggi le spese per divertimento assorbono una quota crescente del reddito degli italiani. Vacanze, viaggi, attività sportive, spettacoli, concerti, cinema, parchi a tema e consum... >>


Cerca

Filtra per data